Bilancio

La tassonomia XBRL

A partire dal 1° gennaio 2020 le tassonomie da adottare per il deposito dei bilanci d’esercizio e dei bilanci consolidati nel formato XBRL al Registro delle imprese sono le seguenti:

  • Attività iniziate il 1° gennaio 2016 o in data successiva - la tassonomia Principi Contabili Italiani 2018-11-04;
  • Attività prima del 1° gennaio 2016 o in data successiva - la tassonomia Principi Contabili Italiani 2015-12-14

Tutte le tassonomie diverse da quelle sopra indicate non sono più utilizzabili.


Tipologia di bilanci, casi comuni

Bilancio in forma ordinaria

Il Bilancio Ordinario (disciplinato dall'art. 2423 c.c.) è costituto da 4 sezioni:

  • Stato Patrimoniale
  • Conto Economico
  • Rendiconto Finanziario
  • Nota Integrativa

Il Rendiconto Finanziario si aggiunge allo Stato Patrimoniale, al Conto Economico e alla Nota Integrativa.

Bilancio in forma abbreviata

Il bilancio in forma abbreviata può essere redatto dalle società di capitali che nel primo esercizio o, successivamente, per i due esercizi consecutivi, non abbiano superato due dei seguenti limiti (piccole imprese):

  1. Totale dell’attivo dello Stato Patrimoniale: € 4.400.000
  2. Ricavi delle vendite e delle prestazioni: € 8.800.000
  3. Dipendenti occupati in media durante esercizio: 50 unità

Il bilancio abbreviato è composto da:

  • Stato Patrimoniale
  • Conto Economico
  • Nota Integrativa

Le piccole imprese che forniscono in Nota Integrativa le informazioni richieste dai punti 3) e 4) dell’art.2428 c.c. sono esonerate dalla relazione sulla gestione (art 2435 bis co.7 c.c.).

Le società che redigono il bilancio in forma abbreviata sono esonerate dalla redazione del rendiconto finanziario.

Le imprese che rientrano nella classe delle piccole imprese potranno comunque presentare il bilancio in forma ordinaria.

Bilancio micro-imprese

Sono considerate micro-imprese le società che nel primo esercizio o, successivamente, per i due esercizi consecutivi, non abbiano superato due dei seguenti limiti (art. 2435 ter c.c.):

  1. Totale dell’attivo dello Stato Patrimoniale: € 175.000
  2. Ricavi delle vendite e delle prestazioni: € 350.000
  3. Dipendenti occupati in media durante esercizio: 5 unità

Il bilancio delle micro-imprese può essere composto da Stato Patrimoniale e Conto Economico per i quali sono previsti forma, struttura e contenuti uguali a quelli del bilancio in forma abbreviata.

Le imprese che rientrano nella classe delle micro-imprese potranno comunque presentare il bilancio in forma ordinaria o abbreviata.


Termini e modalità di presentazione del bilancio

L’art. 2364 c.c., richiamato per le S.r.l. dall’art. 2478-bis c.c., stabilisce che l’assemblea per l’approvazione del bilancio deve essere convocata una volta all’anno entro 120 giorni dalla chiusura dell’esercizio, ovvero oltre tale termine, ma entro 180 giorni, qualora lo statuto lo consenta, per le società tenute alla redazione del bilancio consolidato o qualora sussistano particolari esigenze relative alla struttura ed all’oggetto della società.

Il termine di presentazione del bilancio, con i relativi allegati, al Registro delle Imprese territorialmente competente, è fissato in 30 giorni dalla data di approvazione (art. 2435 c.c.). 

Al fine del computo del termine, in qualsiasi caso, il sabato e la domenica vengono considerati giorni festivi e quindi si considera tempestivo il deposito effettuato il primo giorno lavorativo successivo.

Dal 15 novembre 2011, in seguito alla modifica dell’art. 2630 c.c. (introdotta dall’art. 9 comma 5 della L. 180/11 “ statuto per le imprese” pubblicata sulla G.U n° 265 del 14/11/2011) le sanzioni nel caso di tardato deposito sono:

BILANCIO

  • € 91,56 per il Bilancio, se depositato entro i 30 giorni successivi alla scadenza
  • € 274,66 per il Bilancio, se depositato oltre i 30 giorni successivi al termine di scadenza

ELENCO SOCI

  • € 68,66 se depositato entro i 30 giorni successivi alla scadenza
  • € 206 se depositato oltre i 30 giorni successivi alla scadenza

Obbligati al deposito

Dal 2010 decorre l'obbligo per le imprese di depositare il proprio bilancio in formato XBRL, come previsto dal DPCM 10 dicembre 2008. L'obbligo è valido per tutte le società, tranne per alcune esentate per legge.

I seguenti soggetti sono obbligati al deposito annuale del bilancio di esercizio presso il Registro Imprese:

  • Società a responsabilità limitata
  • Società per azioni
  • Società in accomandita per azioni
  • Società cooperativa
  • Società estere con sede in Italia
  • Geie
  • Consorzi con qualifica di confidi
  • I consorzi che non hanno la qualifica di confidi sono tenuti a depositare unicamente la situazione patrimoniale.
  • Contratti di Rete di Imprese
  • Aziende speciali e Istituzioni di Enti Locali  
  • Startup innovative

I seguenti soggetti sono obbligati al deposito annuale del bilancio consolidato presso il Registro Imprese:

  • Società a responsabilità limitata
  • Società per azioni
  • Società in accomandita per azioni
  • Società cooperativa
  • Società di persone

Elenco SOGGETTI NON OBBLIGATI

  • le società quotate in mercati regolamentati intendendosi per tali non solo quelle con azioni quotate bensì anche quelle dotate di altri strumenti finanziari a listino (per esempio le obbligazioni);
  • le società, anche non quotate, che redigono il bilancio di esercizio in conformità ai principi contabili internazionali ciò vale anche per il bilancio consolidato;
  • le società esercenti attività di assicurazione e riassicurazione di cui all’art. 1 del D.Lgs. 7 settembre 2005, n. 209;
  • le banche e altri istituti finanziari, tenuti a redigere il bilancio secondo le disposizioni del D.Lgs. 27 gennaio 1992, n. 87;
  • le società controllate, anche congiuntamente, da una delle imprese di cui alle lettere a), b), c) e d) nonché le società incluse nel bilancio consolidato delle stesse. 

Dichiarazione di conformità

I file da depositare alla Camera di Commercio, devono essere completi di una dichiarazione di conformità che varia in funzione della firma digitale che sarà usata per sottoscrivere la documentazione.

Se l’invio viene effettuato con firma digitale del professionista incaricato bisogna inserire la seguente dichiarazione di conformita’ sia nella nota integtariva del xbrl che alla fine di ogni allegato; verbale, relazione, ecc.:
Il sottoscritto … (nome e cognome del professionista)…... , ai sensi dell'art. 31 comma due quinquies della L. n. 340/2000, dichiara che il presente documento è conforme all'originale depositato presso la società.

Se invece viene inviata con firma digitale del legale rappresentante la dichiarazione da inserire alla fine di ogni allegato e’ la seguente:
Il sottoscritto ……. nato a ………. (..) il ……….. dichiara, consapevole delle responsabilità penali previste ex art. 76 del DPR 445/2000 in caso di falsa o mendace dichiarazione resa ai sensi dell’articolo 47 del medesimo decreto, che il presente documento è stato prodotto mediante scansione ottica dell’originale analogico e che ha effetto con esito positivo il raffronto tra lo stesso e il documento originale ai sensi delle disposizioni vigenti.


Formato elettronico XBRL

Il D.P.C.M. del 10/12/2008 ha previsto che i bilanci di esercizio e consolidati devono essere predisposti nel formato elettronico elaborabile XBRL.

Il Ministero dello Sviluppo Economico con il Comunicato, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 48 del 27/02/2009, ha chiarito che l’obbligo di adottare le modalità di presentazione nel predetto formato elaborabile si applica a partire dai bilanci e dai relativi allegati riferiti all’esercizio in corso al 31 marzo 2008 per le sole imprese che chiudano l’esercizio successivamente alla data del 16/02/2009.

La domanda di deposito del bilancio va predisposta nel modo seguente:

a) il bilancio, costituito da stato patrimoniale, conto economico e nota integrativa, codificato esclusivamente in formato XBRL sulla base della vigente tassonomia

b) tutti gli altri documenti che accompagnano il bilancio, ad esempio la relazione sulla gestione, la relazione del collegio sindacale, il giudizio del revisore contabile ed il verbale di approvazione dell’assemblea, saranno allegati alla pratica in formato PDF/A.

Il file XBRL non può mai essere omesso, tranne nei casi di esonero espressamente previsti dalla normativa.

Se il bilancio in XBRL differisce in maniera sostanziale e non puramente formale dal documento approvato dall’assemblea, in quanto la tassonomia XBRL non è sufficiente a rappresentare la particolare situazione aziendale, nel rispetto dei principi di chiarezza, correttezza e veridicità di cui all’art. 2423 del codice civile, deve essere depositato il prospetto contabile e/o la nota integrativa anche in formato PDF/A.

Si ricorda che l’istanza XBRL deve contenere le informazioni presenti nella Nota Integrativa allegata in formato PDF/A, quali l'introduzione, le tabelle con i dati quantitativi e la parte conclusiva, con le opportune dichiarazioni di conformità.