Tipologia di bilanci, casi comuni


Bilancio in forma ordinaria

Il Bilancio Ordinario (disciplinato dall'art. 2423 c.c.) è costituto da 4 sezioni:

  • Stato Patrimoniale
  • Conto Economico
  • Rendiconto Finanziario
  • Nota Integrativa

Il Rendiconto Finanziario si aggiunge allo Stato Patrimoniale, al Conto Economico e alla Nota Integrativa.

Bilancio in forma abbreviata

Il bilancio in forma abbreviata può essere redatto dalle società di capitali che nel primo esercizio o, successivamente, per i due esercizi consecutivi, non abbiano superato due dei seguenti limiti (piccole imprese):

  1. Totale dell’attivo dello Stato Patrimoniale: € 4.400.000
  2. Ricavi delle vendite e delle prestazioni: € 8.800.000
  3. Dipendenti occupati in media durante esercizio: 50 unità

Il bilancio abbreviato è composto da:

  • Stato Patrimoniale
  • Conto Economico
  • Nota Integrativa

Le piccole imprese che forniscono in Nota Integrativa le informazioni richieste dai punti 3) e 4) dell’art.2428 c.c. sono esonerate dalla relazione sulla gestione (art 2435 bis co.7 c.c.).

Le società che redigono il bilancio in forma abbreviata sono esonerate dalla redazione del rendiconto finanziario.

Le imprese che rientrano nella classe delle piccole imprese potranno comunque presentare il bilancio in forma ordinaria.

Bilancio micro-imprese

Sono considerate micro-imprese le società che nel primo esercizio o, successivamente, per i due esercizi consecutivi, non abbiano superato due dei seguenti limiti (art. 2435 ter c.c.):

  1. Totale dell’attivo dello Stato Patrimoniale: € 175.000
  2. Ricavi delle vendite e delle prestazioni: € 350.000
  3. Dipendenti occupati in media durante esercizio: 5 unità

Il bilancio delle micro-imprese può essere composto da Stato Patrimoniale e Conto Economico per i quali sono previsti forma, struttura e contenuti uguali a quelli del bilancio in forma abbreviata.

Le imprese che rientrano nella classe delle micro-imprese potranno comunque presentare il bilancio in forma ordinaria o abbreviata.