Scia Comunale

Che cosa è?

La SCIA – Segnalazione Certificata di Inizio Attività - è una dichiarazione inviata esclusivamente in modalità telematica, che consente alle imprese di iniziare, modificare o cessare un’attività produttiva (artigianale, commerciale, industriale), senza dover più attendere i tempi e l’esecuzione di verifiche e controlli preliminari da parte degli enti competenti.

La SCIA, ai sensi dell’art. 19 della legge 241/90, produce infatti effetti immediati.


Attività soggette a scia comunale

Le principali attività produttive sottoposte a presentazione della SCIA sono:

  • Attività di acconciatore, estetista, esecutore di tatuaggi o piercing
  • Attività artigianali rientranti tra quelle di cui al Decreto Ministero della Sanità 5 settembre 1994
  • Vendita e somministrazione temporanea in aree private, da svolgere in occasione di eventi, iniziative
  • Apertura, subingresso e trasferimento dei locali di somministrazione al pubblico di alimenti e bevande in esercizi quali bar, ristoranti etc.
  • Somministrazione di alimenti e bevande tramite mense, ristorazione collettiva nell’ambito di case di riposo, ospedali, scuole, caserme, comunità religiose
  • Somministrazione di alimenti e bevande nell’ambito di altre attività quali sale giochi, sale scommesse autorizzate ai sensi del TULPS (Testo unico leggi di pubblica sicurezza)
  • Somministrazione di alimenti e bevande nell’ambito di musei, teatri, sale da concerti
  • Somministrazione di alimenti e bevande al domicilio del consumatore
  • Somministrazione di alimenti e bevande nell’ambito di altre attività quali sale da ballo, locali notturni, stabilimenti balneari, impianti sportivi
  • Variazione della superficie degli esercizi pubblici di somministrazione alimenti e bevande
  • Sospensione/riapertura/cessazione degli esercizi pubblici di somministrazione alimenti e bevande
  • Modifica dei soggetti titolari dei requisiti professionali
  • Modifica dei locali o degli impianti
  • Modifica degli aspetti merceologici
  • Modifica del ciclo produttivo
  • Commercio al dettaglio in sede fissa
  • Commercio al dettaglio svolto tramite forme speciali (quali internet, corrispondenza, etc.)
  • Attività ricettive (alberghi, residenze turistico-alberghiere, affittacamere, bed & breakfast, case per ferie, etc.)
  • Attività di agriturismo
  • Attività di deposito
  • Commercio all’ingrosso nel settore alimentare
  • Attività di trasporto di prodotti alimentari
  • Commercio di prodotti agricoli e zootecnici, mangimi, prodotti di origine minerale e chimico industriali destinati all'alimentazione animale
  • Commercio di additivi e premiscele destinate all’alimentazione animale
  • Stabilimenti industriali
  • Attività artigianali in genere, compresi i laboratori di produzione, di trasformazione e/o confezionamento con/senza attività di vendita diretta al consumatore finale